La bellezza delle donne nell’arte: spunti di riflessione dagli anni trenta del Novecento a oggi

Federica Chezzi, Claudia Tognaccini

Abstract


Da quale momento storico un’artista può immaginare di riflettere se stessa, e dunque la propria idea di bellezza, in un autoritratto che non corrisponda ai canoni in vigore per una donna? Lo studio affronta questa tematica a partire dagli anni Trenta del Novecento quando, nel cuore della Francia avanguardista, un gruppo di donne inizia un percorso sulla parità di genere nell’arte. Dal sovvertimento dei canoni di bellezza vigenti, alla rappresentazione del sesso femminile, al parto, all’aborto e alla disabilità, fino agli interventi di chirurgia estetica: il percorso si àncora al Novecento ma con doverose incursioni agli anni più recenti.


Keywords


bellezza; disabilità; autoritratto; sesso; corpo; beauty; disability; self-portrait; sex; body

Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/SDD-20986



Creative Commons License

This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License (CC-BY- 4.0)

 
Firenze University Press
Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: info@fupress.com