Reale e Virtuale: l’attesa dell’Ultimo Uomo. L’oscuramento del sapere teorico nel campo dell’esercizio umano dello spazio

Michelangelo Pivetta

Abstract


La riproduzione della realtà attraverso la tecnica è il tentativo di riposizionare, nel misurabile, un’attività ampiamente sita nei meandri dello spazio senza misure dell’arte, quindi del suo proporsi come interpretazione autonoma e soggettiva del mondo circostante. Il quesito insito nel processo, oggi sempre più diffuso, è relativo alla relazione tra digitale e prodotto finale nel ricollocamento della propria essenza su un nuovo piano dello spazio-tempo.


Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/FiAr-23688

 

This is a peer reviewed journal published under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0) 

  

Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze 
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712 
E-mail: info@fupress.com