Giuseppe Mengoni e Firenze Capitale: il sistema dei nuovi mercati alimentari

Rita Panattoni

Abstract


Nella letteratura sulle trasformazioni urbane negli anni di «Firenze Capitale», un tema rimasto ai margini del dibattito storiografico riguarda la ‘geografia’ dei luoghi di mercato. Scarsa attenzione è stata poi dedicata agli eventi che hanno contribuito ad una ridefinizione dello zoning urbano con l’appalesarsi di nuove tipologie architettoniche destinate alla vendita dei generi alimentari. Protagonista di questa vicenda fiorentina di livello sovranazionale è Giuseppe Mengoni, più noto per essere stato l’autore della Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. A questo interessante architetto-ingegnere di formazione bolognese, figura di spicco nel panorama architettonico-urbanistico italiano del secondo Ottocento, si deve la progettazione del moderno sistema dei mercati fiorentini (S. Lorenzo, S. Ambrogio, S. Frediano), la cui ideazione era stata prefigurata da Giuseppe Poggi. Il saggio tratteggia dunque alcuni temi, inerenti i mercati delle vettovaglie, come parte di uno studio più ampio sui luoghi di mercato dell’Europa del secondo Ottocento.


Full Text:

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13128/Annali_Stor_Firen-20180



  Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
 
 
Firenze University Press
Via Cittadella, 7 - 50144 Firenze
Tel. (0039) 055 2757700 Fax (0039) 055 2757712
E-mail: info@fupress.com